SAI FARE LA REVISIONE AL TUO ORGANISMO? E’ IL MIGLIOR RITUALE PER IL TUO BENESSERE E LA TUA FORMA FISICA

Scrivimi e ti invierò GRATUITAMENTE la tua MINIGUIDA BASE PER UNA SANA ALIMENTAZIONE!
Trovi i miei contatti qui https://francescacucchi.com/contatti/

LEGGI FINO IN FONDO E FAI IL TEST IN FONDO ALLA PAGINA PER CAPIRE SE QUESTO RITUALE PUO’ GIOVARE ANCHE A TE!

Uno dei miei più efficaci rituali di inizio anno è quella che io chiamo “la revisione del mio organismo” per eliminando le tossine in eccesso, stress, stanchezza ed alleggerirlo da tutto quello che può averlo appesantito nel periodo precedente.

In questo modo aiuto il mio corpo ad iniziare il nuovo anno al massimo delle sue capacità con il massimo dell’energia.

Si tratta di una vera e propria pulizia interiore: in fondo, tutti i giorni ci facciamo la doccia no? Ci preoccupiamo sempre di lavare l’esterno del nostro organismo, ma l’interno?

È importantissimo farci una doccia interna ogni tanto, per supportare il nostro corpo nelle sue funzioni vitali e permettergli di funzionare al meglio e rimanere in forma!

“Noi siamo quello che mangiamo”

Tutte le nostre cellule hanno una durata limitata, quindi i tessuti e gli organi sono in costante flusso. 

Quindi, oltre a consumare cibo per alimentare i processi vitali e sostituire cellule e tessuti logori, dobbiamo anche disintossicare ed eliminare i prodotti di scarto di questi processi.

Anche per una persona che ha uno stile di vita molto sano e che mangia benissimo, una bella “doccia interna” fatta periodicamente è fondamentale per mantenere il proprio stato di benessere!

Detossinare significa liberarsi da ciò che intossica e ci appesantisce: eliminare dall’organismo le sostanze tossiche o nocive che arrivano da varie fonti (alimentazione, inquinamento atmosferico, stress, scarsità nutritiva degli alimenti, cibi raffinati e molto unti o conditi…)

Questo attiva il metabolismo, mantiene l’organismo pulito, fa funzionare meglio i nostri organi, contribuisce al mantenimento della propria energia e del proprio benessere, aumentando anche l’efficacia nutritiva di ciò che mangiamo.

La famosa “Detox” che ormai abbiamo sentito in tutte le salse è in realtà la variante moderna della secolare tradizione del digiuno liquido, praticata nella maggior parte delle culture tradizionali nel corso della storia.

La limitazione o l’astinenza dal cibo, infatti, sono state usate sin dai tempi di Ippocrate perché permettono al corpo di concentrarsi sul superamento dello stato di malessere e sulla pulizia del nostro corpo piuttosto che sul processi di digestione. 

L’obiettivo generale è quello di pulire, rinfrescare e ripristinare l’intestino, i tessuti, gli organi e le cellule del corpo. 

La maggior parte dei regimi comporta il consumo di alcuni cibi / bevande, spesso insieme a erbe e cibi speciali che accelerano il processo interiore di pulizia.

Facciamo però un piccolo passo indietro e parliamo di metabolismo.

Con questo termine ci riferiamo all’intero spettro di reazioni biochimiche che si verificano negli organismi viventi al fine di mantenere la vita. 

Il metabolismo funziona in un ciclo a 2 fasi, un po ‘come la respirazione:
1) Fase anabolica: ingestione, digestione, assorbimento e assimilazione/ incorporazione di carburante e sostanze nutritive nelle cellule e nei tessuti. Questa è la fase di “costruzione“.
2) Fase catabolica: qui abbiamo la rottura ed eliminazione dei prodotti del metabolismo, delle tossine che ingeriamo dal cibo, dall’aria, dall’acqua e dalla pelle.
Questa è la fase “disintossicante“.

Spesso le indicazioni nutrizionali che riceviamo si concentrano principalmente sulla fase anabolica (“come avere abbastanza nutrienti”) mentre i problemi riguardanti l’eliminazione delle tossine tendono a essere trascurati.

Dobbiamo invece occuparci in modo equilibrato di entrambe le fasi metaboliche per avere uno stato di benessere pieno.

Ma ora la domanda che sorge spontanea è:
Se il corpo si disintossica naturalmente – perché dobbiamo intervenire?

Il corpo umano sano infatti ha una buona capacità di disintossicarsi ma mentre cresciamo e invecchiamo l’eccesso di cibo povero di nutrienti (suolo povero= cibi poveri), il bere alcool, l’inquinamento ed altre situazioni disfunzionali a cui siamo esposti tutti i giorni, aggravati dalla mancanza di esercizio fisico, insomma tutte queste condizioni iniziano a diminuire e sovraccaricare la nostra capacità di eliminare le tossine e pulire il nostro corpo. 

Le cause principali sono:

  • alimentazione povera – siamo sovralimentati ma sottonutriti; quello che mangiamo ci riempie ma non ci nutre.
    In più, spesso mangiamo in modo disfunzionale per il nostro corpo: cibi fritti, zucchero e carboidrati raffinati, alcool; fumo, medicine; inoltre, siamo esposti a tossine ambientali, inquinamento…
    Questo può creare un eccesso più o meno continuo di prodotti di scarto, radicali liberi, altre tossine, mettendo a dura prova il sistema linfatico e gli organi preposti alla disintossicazione ed eliminazione delle tossine: colon, fegato, reni e polmoni.
  • l’altra causa sono le abitudini sedentarie, che portano a ristagno nell’intestino, nel fegato, nella circolazione sanguigna, nei vasi linfatici, nei polmoni, nei reni, nelle articolazioni, nel nostro corpo in generale.

I rifiuti dei vari processi metabolici e le tossine che non possono essere processate ed eliminate completamente hanno diversi destini e possono sovraccaricare vari organi, proprio a partire da quelli preposti alla pulizia del nostro organismo, provocando nel tempo uno stato di malessere: 

  • i rifiuti non espulsi dal nostro organismo possono gradualmente accumularsi come un rivestimento appiccicoso sulla superficie interna del COLON.
    Ciò impedisce il suo funzionamento sano e può promuovere condizioni di malessere e disfunzioni (come diarrea, costipazione, intestino permeabile, candida, colon irritabile e così via…);
  • il FEGATO è l’organo principale per abbattere le sostanze organiche di scarto che altrimenti diventerebbero tossiche, in più detossina le sostanze chimiche dannose.
    Ai nostri giorni, a causa del diffuso stile alimentare e di vita non sano, il fegato è sottoposto a un enorme sforzo dal consumo eccessivo di cibi poveri, degli alcolici e da una serie di nuovi prodotti chimici che troviamo nei prodotti alimentari, nelle bevande, nei farmaci, nell’acqua e nell’aria.  
    Anche questo organo viene sovraccaricato e porta a malesseri. (Oltre a ciò, lo stress grava sul fegato – la medicina cinese).
    Mentre il nostro corpo diventa più inquinato e il livello di stress aumenta, lo sforzo sul fegato aumenta.
    È importante sottolineare che dobbiamo tenere in considerazione l’individualità biochimica: i fegati di alcune persone sembrano avere una capacità di sopportazione di questi stress molto maggiore rispetto ad altri. Dobbiamo analizzare quindi caso per caso.
  • Parliamo ora dei RENI, che disintossicano ed espellono le sostanze nocive, oltre a mantenere l’omeostasi metabolica complessiva. Elevati carichi tossici per molti anni possono portare a calcoli renali e progressivamente indebolire la funzionalità renale.
  • Ci può poi essere un sovraccarico di tossine anche nei POLMONI, che aiutano i reni a mantenere l’omeostasi del corpo. La respirazione infatti è un altro elemento fondamentale che il nostro corpo utilizza per l’espulsione di tossine: la respirazione infatti mantiene il sangue a un pH costante di 7,4 eliminando la giusta quantità di CO 2. 
  • Specialmente quando il fegato e i polmoni sono sotto sforzo, alcune espulsioni di tossine possono avvenire attraverso la PELLE. Ecco perché a volte si hanno condizioni alterate della pelle, come eczemi, eruzioni cutanee e così via.

Quindi abbiamo capito da questo breve excursus che le tossine che non riusciamo ad espellere vanno a sovraccaricare gli organi della detossinazione e nel tempo causano uno stato di malessere.

Cosa succede ai rifiuti che non eliminiamo?

Quando i sistemi e gli organi di disintossicazione e di eliminazione delle tossine sono cronicamente sovraccaricati, o quando le tossine non possono essere scomposte (ad esempio alcune sostanze chimiche e metalli pesanti), il corpo inizierà a immagazzinare scarti e tossine all’interno – ad esempio negli strati di grasso sotto la pelle, nel fegato, nelle articolazioni, in altri organi e così via.

Lo stile di vita e le abitudini alimentari rimangono abbastanza stabili, quindi tende ad esserci un lento declino del proprio benessere: ad esempio una minore resistenza a raffreddori e influenze, un recupero ritardato e lento; uno scarso controllo del peso, problemi digestivi persistenti, scarso appetito, gonfiore, più problemi di allergia, pelle opaca o giallastra, eruzioni cutanee, unghie deboli, capelli opachi, occhi bianchi giallastri, un calo di energia e libido e ancora affaticamento, difficoltà a rimettersi in forma, articolazioni che si infiammano facilmente, dolori muscolari e problemi ai tendini, congestione di polmoni e seni paranasali, mal di testa e così via. 

Potete quindi vedere come in verità queste situazioni di malessere siano comuni e quindi quanto sia importante aiutare il nostro corpo ad eliminare le tossine in eccesso come primo step per uno stile di vita sano.

Quando si trascura questa condizione infatti la qualità della vita diminuisce sempre di più e si può arrivare anche a stati di malattia cronica.

Come possiamo aiutare il nostro corpo ad eliminare le tossine in eccesso evitando così il loro accumulo e supportare quindi i nostri organi di pulizia in modo che svolgano le loro funzioni al meglio in modo naturale?

  • Evitare il ristagno: il nemico dell’efficiente disintossicazione.
    Lo stile di vita sedentario peggiora il problema favorendo il ristagno – nella circolazione sanguigna, nella linfa, nel colon, nel fegato e nei meridiani che incanalano l’energia in tutto il corpo. L’esercizio fisico, compreso lo Yoga il T’ai Chi e altre pratiche di esercizio fisico e meditazione possono sbloccare questo ristagno.
  • Stimolare l’attività parasimpatica del nostro organismo.
    Le attività di disintossicazione sono mediate dal ramo parasimpatico del sistema nervoso autonomo. Una forte attività parasimpatica rafforza i naturali processi di detossinazione. Il modo per attivare l’attività parasimpatica a sufficienza per ottenere i benefici della detossinazione è attraverso il rilassamento del corpo e della mente.
  • Riposo, relax ed esercizio fisico moderato.
    Quando siamo stressati per la maggior parte del tempo, le azioni di ripristino e di detossinazione sono inibite.
    Il sistema digestivo viene disturbato ed indebolito e il colon è soggetto a infiammazione e disfunzione. Anche il fegato viene coinvolto (ad esempio è più irritabile, tollera meno l’alcool e gli allergeni) e spesso anche i reni ( infatti ‘ansia o la paura prolungata possono portare a una vescica debole).
    Lo stress ha effetti corrosivi: fretta, preoccupazione, ansia, paura, rabbia, frustrazione, irritazione, eccessivo lavoro e così via si riflettono sul nostro organismo in modo concreto e disfunzionale.
    Quindi, frequenti e regolari periodi di relax sono essenziali per il nostro benessere. 
    Più siamo davvero rilassati, riposati e in sintonia con il nostro corpo, più – e meglio – i nostri meccanismi di detossinazione funzionano, le attività digestive e di eliminazione delle tossine funzionano in modo efficiente, i nutrienti fluiscono liberamente nei tessuti e nelle cellule e il sistema immunitario viene rafforzato.
    In questo caso l’esercizio fisico appropriato velocizza questi processi e ci aiuta a tornare in uno stato di benessere.
  • Alimentazione e tanta idratazione.
    In particolare: preferire i cibi alcalini rispetto a quelli acidi.
    Quali alimenti sono acidi o alcalini e perché è così importante? 
    I processi vitali dell’organismo umano necessitano di un ph stabile e leggermente alcalino. Quando il ph dei tessuti è costantemente su valori acidi, significa che si è verificato un accumulo di tossine e un ambiente acido predispone alla formazione di infiammazioni, all’abbassamento delle difese immunitarie e in generale ad uno stato di malessere psicofisico.
    Una corretta alimentazione che prevede l’assunzione giornaliera di cibi alcalinizzanti e la riduzione dei cibi acidificanti può permettere di preservare l’equilibrio del corpo umano ed il nostro benessere (puoi approfondire qui: https://francescacucchi.com/2020/01/18/cibi-alcalini-o-acidi-quanto-e-importante-questa-scelta/).
    Fortunatamente, il nostro corpo ha sistemi alcalinizzanti molto efficaci per mantenere l’equilibrio del pH entro limiti molto stretti.
    Questi sistemi coinvolgono sia i polmoni che i reni e, quando funzionano bene, sono efficaci nel prevenire l’acidità dei tessuti, che altrimenti creerebbe molti problemi. Quindi è necessario che aiutiamo il più possibile questi organi a funzionare il meglio possibile e di certo lo facciamo con la detossinazione!

Quindi, mentre il nostro corpo si sta continuamente sempre detossinando al suo meglio, noi possiamo fare molto per aiutarlo.

Abbiamo appena visto molti importanti motivi per detossinarci, ma vediamone insieme altri:

  • Per pulire i tessuti delle sostanze inquinanti: metalli tossici e residui chimici agricoli in acqua e cibo, inquinanti atmosferici, alcuni additivi in ​​alimenti e bevande, sostanze chimiche nei detersivi domestici e in altri solventi, alcool, fumo, farmaci e così via.
    Ci puliamo da tutto ciò che crea in noi tossine e a cui siamo continuamente esposti.
    Come una doccia!
  • Pulendo i tessuti siamo più predisposti ad intraprendere un’alimentazione sana ed uno stile di vita sano duraturo nel tempo.
  • E’ utile come inizio di un programma per la perdita o gestione del peso
  • Per risolvere costipazioni croniche
  • Disintossicare l’intestino dalle tossine microbiche
  • Come pulizia di stagione.
    È molto funzionale per ripulire gli accumuli dall’alimentazione invernale più pesante o gli accumuli estivi (vacanze, festeggiamenti ecc). 
  • Per rafforzare il sistema immunitario e aumentare la vitalità.
  • La detossinazione rende il corpo meno soggetto a malesseri; molti trovano che diminuisca la frequenza e la gravità del raffreddore e dell’influenza 
  • Capire il potere di ciò che ingeriamo e gli effetti che ha sul nostro organismo
  • Aiutare a superare gli attaccamenti emotivi al cibo ed evidenziare i malesseri legati all’alimentazione scorretta e alla mente stressata.
  • Sviluppare maggiore auto-consapevolezza, conoscersi e conoscere il proprio organismo in profondità.

Un altro beneficio della detossinazione è legato alla sana gestione del proprio peso corporeo: CI AIUTA AD EVITARE L’EFFETTO YO-YO!

Mai provato?
Perché a volte quando uno segue diete o si affida a strategie di perdita di peso “fai da te” esiste l’effetto yo-yo? Si perde peso e poi appena si finisce la dieta o si cambia stile alimentare si riprende con gli interessi?

Proprio perché spesso si va subito a lavorare sulla perdita di peso SENZA fare una bella pulizia del proprio organismo, senza fare un RESET: la memoria cellulare del nostro microbiota (ancora legata ad un corpo con peso in eccesso) renderà più facile la ricreazione della condizione precedente alla perdita di peso; ed ecco il classico effetto yo-yo!

Prima di iniziare un percorso di dimagrimento quindi è importante purificare a fondo l’organismo per poter perdere peso più rapidamente e in modo più sano senza preoccuparsi dell’effetto yo-yo. 

E quindi? Come farlo in modo sano e corretto?
NIENTE FAI DA TE: ci sono strategie pratiche e facili.

Programmi di disintossicazione efficaci e sicuri si basano sui seguenti principi:

  • Smetti per un periodo di mangiare cibi che potrebbero ostruire il sistema e mettere a dura prova i meccanismi di detossinazione.
    Gli alimenti da tagliare comprendono la maggior parte dei latticini, lo zucchero, i prodotti raffinati di carboidrati (pane, biscotti, torte), alcool, tè nero, caffè, tabacco.
    La carne in piccole quantità va bene fintanto che è magra e organica (e non bruciata!)
  • Bevi molta acqua minerale filtrata, bevande che favoriscono la pulizia (il gel puro di Aloe vera è la bevanda detossinante per eccellenza. Io uso questo: è il più puro certificato al mondo. Puoi trovarlo qui https://bit.ly/2YG62ZJ, compila il forma con i tuoi dati per avere accesso a tutto il catalogo prodotti, senza obbligo di acquisto.
    Cerca “FOREVER ALOE VERA GEL” nella barra di ricerca prodotti) e tisane.
    Bevi dai 2 ai 2,5 litri al giorno e fai esercizio fisico moderato.
  • Mangia meno cibo del normale. 
  • “Mangia l’arcobaleno” di frutta e verdura fresca, biologica e di stagione per fornire al fegato i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare in modo efficace e per fornire antiossidanti (per aiutare a riparare qualsiasi danno che è stato fatto nel corpo). 
    Crudi o cotti vanno bene e alcuni possono essere mangiati anche sotto forma di centrifugati.
    La verdura fresca dovrebbe essere il cibo principale durante il periodo di detossinazione. 
  • Mangia con calma e in serenità
  • In questi giorno dai al tuo corpo il giusto riposo e relax.
  • Ci sono alcuni alimenti non adatti durante la detossinazione (almeno non fino al riadattamento alla normale alimentazione): formaggi e prodotti caseari, pane, torte, biscotti, qualsiasi prodotto a base di farina bianca raffinata, zucchero, dolci, cioccolato, alcool, caffè, tè nero.

Una buona pulizia interiore, affinchè sia efficace, deve essere guidata e fatta seguendo indicazioni specifiche e professionali, NON AFFIDARTI AL FAI DA TE: è comunque un processo delicato e molto importante per il tuo organismo!

Fai questo test per capire quanto hai bisogno di una pulizia interna adesso!
https://francescacucchi.com/2019/11/19/test-quante-tossine-hai-in-corpo/

Se vuoi più indicazioni per la tua detossinazione personalizzata contattami senza impegno e ti spiegherò alcune modalità naturali per pulire il tuo corpo e stare meglio.
https://francescacucchi.com/contatti/

ISCRIVITI AL BLOG PER NON PERDERE LE ALTRE RICETTE E “CHICCHE” DI BENESSERE!

Le indicazioni di questo articolo hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari o nutrizionali.
Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.