GESTISCI LE TUE PRIORITA’ CON LA MATRICE DEL TEMPO PER NON PERDERE TEMPO!

Usa la matrice di Eisenhower per gestire al meglio il tuo tempo ordinando le tue azioni secondo importanza e urgenza e ridurre lo stress.
L’obiettivo di questo metodo è di aiutarti a gestire il tempo in maniera sana, eliminando le azioni perditempo e concentrandoti solo su ciò che conta per te.

Oggi voglio parlarti di una strategia che ho trovato molto utile per organizzare al meglio il mio tempo, evitare inutili stress e trovare un equilibrio aumentando la mia produttività e soddisfazione.
Confido che possa essere utile anche a te!

Alla base di una routine salutare sostenibile, infatti, c’è la gestione delle priorità, in modo che sia facile per te portare avanti nel tempo le buone abitudini che ti fanno stare sempre meglio, inglobandole nella tua giornata in modo semplice.

Sia a casa che al lavoro puoi utilizzare questa matrice del tempo per organizzarti al meglio ed essere il più produttiva possibile senza perdere tempo!

È molto semplice e molto utile, vediamo insieme come si usa!!
La matrice di Eisenhower (poi sviluppata anche da Cobey) serve a ordinare le priorità separando ciò che è urgente da ciò che è superfluo, classificando le attività giornaliere in base al loro grado di urgenza e/o importanza.

Specifichiamo che mentre il concetto di “importante” è soggettivo (le priorità sono legate ai nostri obiettivi e valori e quindi sono diverse per ciascuno di noi), quello di “urgente” è oggettivo, perché dipende dalla variabile tempo.

L’utilizzo di questa semplice matrice, che consiste di un totale di quattro quadranti, a lungo termine favorisce l’aumento della produttività: seguendo questo metodo prima svolgiamo i compiti importanti e urgenti, per poi dedicarci a quei progetti che sono ugualmente importanti, ma meno urgenti. I compiti meno importanti, invece, vengono delegati ad altre persone o a volte abbandonati del tutto. 

Facciamolo insieme ora, prendi carta e penna e dividi un foglio in quattro quadranti! 

Per prima cosa devi avere ben chiaro un elenco dettagliato dei tuoi impegni, individuando nel modo più accurato possibile le scadenze e le risorse a tua disposizione.


  1. Nel quadrante 1 inserisci le attività urgenti ed importanti: sono quelle azioni che non puoi rimandare, che vanno compiute al più presto e che non puoi delegare ad altri. 
    Riguarda tutto quello che ha davvero la priorità sul resto e che, dunque, va svolto o risolto subito.
    Dobbiamo darci l’obiettivo di mantenere questo quadrante il più vuoto possibile: organizzandoci bene eviteremo di lavorare in costante “emergenza”.
  2. Nel quadrante 2 scrivi le attività importanti ma non urgenti, come ad esempio progetti a medio/lungo termine, corsi di formazione…queste azioni servono a gestire meglio te stessa ed il tuo tempo e a migliorare la qualità della tua vita; non sono decisive a breve termine, ma lo sono a lungo e medio termine, quindi pianificale.
    Più occuperai il tuo tempo con le attività di questo quadrante, meno sarai costretta a far fronte alle urgenze.
    Hai tempo per farle ma tienile sotto controllo: sono quelle che se non fatte ritroverai presto nel quadrante 1!!!
  3. Nel quadrante 3 inserisci le attività urgenti ma non importanti che puoi delegare ad altri.
    Spesso derivano dall’esterno ed interessano ad altre persone.
    Se occupi il tuo tempo nel badare alle urgenze degli altri, avrai sempre meno tempo per te.
  4. Nel 4 quadrante ci sono attività superflue che sono poco o per niente rilevanti per il raggiungimento dei tuoi obiettivi e non devono quindi essere portate a termine con una particolare urgenza.
    La maggior parte delle attività del quadrante 4 non fornisce alcun valore reale quindi, se rimane poco tempo, possono essere lasciate incompiute. Solitamente sono attività banali che sarebbe meglio evitare o attività piacevoli che sarebbe meglio ridurre o rinviare (esempio guardare i social, fare una ricerca sul web o giocare al computer).

La maggior parte del tuo tempo dovrebbe essere nel secondo quadrante, fondamentale perché in linea con il raggiungimento di obiettivi a lungo termine: è qui che risiedono il benessere e la felicità.
Se riesci a riconoscere con chiarezza ciò che può rientrare in questo spazio, riesci a gestire il tuo tempo in modo sereno ed equilibrato.

Molte delle persone che si approcciano a questa matrice scoprono che i primi quadranti a riempirsi sono solitamente il primo e il terzo (cose urgenti, importanti e non importanti): questo accade perché tendiamo a pensare che sia tutto urgente ed è proprio questa sensazione di urgenza che è alla base dello stress. 

Imparare a gestire queste categorie di attività può essere utile per sfruttare al meglio il tempo che abbiamo a disposizione.
L’importante è tenere sempre presente che una cosa urgente non diventa automaticamente importante e che, se non lo è, andrebbe ignorata.

Inizia comunque a fare pratica e vedrai che in poco tempo la distinzione tra urgente e importante ti suonerà familiare.

Pianificare anticipatamente il tuo lavoro utilizzando questo metodo ti consentirà di aumentare la tua produttività, ridurre lo stress ed avere più tempo libero da dedicare ai tuoi affetti ed alle tue passioni!

Buon lavoro!

Segui il blog per altre “chicche” di benessere gratuite!!